Regione Piemonte - Città Metropolitana di Torino

Servizi alle imprese

Posa cartelli e insegne pubblicitarie

Scheda: Normativa di riferimento: Regolamento di esecuzione e di attuazione del nuovo codice della strada - Decreto del Presidente della Repubblica 16 dicembre 1992, n. 495, Art. 47. - Definizione dei mezzi pubblicitari (art. 23 C.s.). 1. Si definisce "insegna di esercizio" la scritta in caratteri alfanumerici, completata eventualmente da simboli e da marchi, realizzata e supportata con materiali di qualsiasi natura, installata nella sede dell'attività a cui si riferisce o nelle pertinenze accessorie alla stessa. Può essere luminosa sia per luce propria che per luce indiretta. 2. Si definisce "preinsegna" la scritta in caratteri alfanumerici, completata da freccia di orientamento, ed eventualmente da simboli e da marchi, realizzata su manufatto bifacciale e bidimensionale, utilizzabile su una sola o su entrambe le facce, supportato da una idonea struttura di sostegno, finalizzata alla pubblicizzazione direzionale della sede dove si esercita una determinata attività ed installata in modo da facilitare il reperimento della sede stessa e comunque nel raggio di 5 km. Non può essere luminosa, né per luce propria, né per luce indiretta. 3. Si definisce "sorgente luminosa" qualsiasi corpo illuminante o insieme di corpi illuminanti che, diffondendo luce in modo puntiforme o lineare o planare, illumina aree, fabbricati, monumenti, manufatti di qualsiasi natura ed emergenze naturali. 4. Si definisce "cartello" un manufatto bidimensionale supportato da una idonea struttura di sostegno, con una sola o entrambe le facce finalizzate alla diffusione di messaggi pubblicitari o propagandistici sia direttamente, sia tramite sovrapposizione di altri elementi, quali manifesti, adesivi, ecc. Può essere luminoso sia per luce propria che per luce indiretta- 5. Si definisce "striscione, locandina e stendardo" l'elemento bidimensionale realizzato in materiale di qualsiasi natura, privo di rigidezza, mancante di una superficie di appoggio o comunque non aderente alla stessa. Può essere luminoso per luce indiretta. La locandina, se posizionata sul terreno, può essere realizzata anche in materiale rigido. REGOLAMENTO COMUNALE PER LE INSEGNE All'interno del Regolamento Edilizio, (ART. 115) vengono specificate le prescrizioni in riferimento alla zona oggetto di installazione; Cosa è necessario presentare? estratti planimetrici dello strumento urbanistico per individuare l'ubicazione dell'installazione; disegni di progetto quotati in scala non inferiore a 1:20 che rappresentino il messaggio pubblicitario da esporre; Procedura semplificata per le insegne di esercizio:
  • Per le sole insegne di esercizio nella sede della propria attività (e/o nelle sue pertinenze) è prevista la presentazione di:SCIA Pubblicitaria (Segnalazione Certificata di Inizio Attività), esclusivamente in via informatica, utilizzando il modello presente al seguente link;
  • Controlli verifiche: L’Amministrazione Comunale ha comunque la facoltà, entro 60 giorni dal ricevimento della SCIA, di verificare i requisiti per l’esposizione e di esprimersi con eventuale motivato “Divieto di prosecuzione (parziale o totale) con contestuale richiesta di conformazione” Per le altre tipologie di insegne è necessario procedere presentare l'istanza tramite il SUAP mediante il seguente link Autorizzazione Ente proprietario della strada:
  • Considerato che è necessario ottenere anche il nulla osta dell'Ente proprietario della strada su cui viene posizionata l'insegna, lo Sportello Unico per le Attività Produttive si attiverà per richiedere il nulla osta all'ente proprietario della strada, rilasciando successivamente il provvedimento finale di autorizzazione al posizionamento dell'insegna.
  • Ufficio di competenza:Sportello Unico per l'Edilizia (S.U.E.)