Regione Piemonte - Città Metropolitana di Torino

Servizi alle imprese

Pagamento Tassa Rifiuti (TARI)

Scheda: T.A.R.I. (Tassa Rifiuti) Che cos'è? La T.A.R.I. è il tributo dovuto da chiunque, persona fisica o giuridica, possieda, occupi o detenga a qualsiasi titolo locali o aree scoperte, esistenti nel territorio comunale a qualsiasi uso adibiti, suscettibili di produrre rifiuti urbani o ad essi assimilati, con vincolo di solidarietà fra i componenti il nucleo familiare o di coloro che usano in comune locali o le aree stesse. Per occupazione si intende anche la sola disponibilità materiale dei locali e delle aree. Obbligo di denuncia Entro il 30 Giugno dell'anno successivo all'occupazione dei locali è obbligatorio predisporre la denuncia iniziale che sarà poi valida anche per gli anni successivi Modello da utilizzare per la denuncia: Scarica il modello:Tari attivita Modello per richiedere riduzioni: Scarica il modello
Per l'anno 2020 è possibile richiedere l'esenzione della quota variabile della tariffa per il periodo di chiusura dell'attività. Compilare il modello: TARI COVID
Il modello dovrà essere compilato e spedito all'indirizzo pec riportato sul modulo, successivamente l'Ufficio Tributi provvederà a inoltrare via PEC una nuova richiesta di pagamento che sostituirà la precedente.
Cessazione attività
Al termine dell'occupazione dei locali è necessario compilare il modello di cessazione
Come si determinano le tariffe? Le tariffe si determinano richiedendo ai soggetti che detengono gli immobili il pagamento del 100% dei costi sostenuti dal Comune per la servizio di gestione della raccolta e dello smaltimento dei rifiuti.
Come si paga? A seguito della denuncia iniziale l'Ufficio Tributi provvede all'invio degli avvisi bonari di richiesta di versamento tramite modelli F24
Scadenze di pagamento: Per l'anno 2020 le scadenze di pagamento sono: 1° rata 01.09.2020 2° rata 02.12.2020
Rimborsi
Nel caso in importi versati indebitamente al Comune è possibile ottenere il rimborso compilando l'apposito modello: rimborso tributi comunali

Novità 2021

Tariffa Rifiuti e recupero dei rifiuti assimilati agli urbani
Il comma 12 dell’art.3 del Dlgs 116/2020, ha sostituito il comma 10 dell'articolo 238 del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, che disciplina la Tariffa per la gestione dei rifiuti urbani. Il nuovo comma 10 dispone che le utenze non domestiche che producono rifiuti urbani di cui all'articolo 183 comma 1, lettera b-ter) punto 2 (cioè gli urbani per assimilazione), che li conferiscono al di fuori del servizio pubblico e dimostrano di averli avviati al recupero mediante attestazione rilasciata dal soggetto che effettua l'attività di recupero dei rifiuti stessi, sono escluse dalla corresponsione della componente tariffaria, rapportata alla quantità dei  rifiuti conferiti. Le medesime utenze non domestiche che producono rifiuti assimilati agli urbani devono scegliere se servirsi del gestore del servizio pubblico o di soggetti privati sul libero mercato, e devono inoltre tenere ferma la propria scelta per almeno cinque anni. Si invitano pertanto le aziende a riformulare le denunce di occupazione dei locali in considerazione di queste nuove disposizioni.

Regolamenti

Regolamento TARI 2020  
Ufficio di competenza:Ufficio Tributi