Regione Piemonte - Città Metropolitana di Torino

Servizi ai cittadini

Autorizzazioni Paesaggistiche

Scheda: Descrizione del servizio/procedimento Gli interventi comportanti modifica dello stato dei luoghi o dell’aspetto esteriore degli edifici siano sottoposti al procedimento per l’ottenimento dell’autorizzazione paesaggistica ai sensi dell’art. 146 del D. Lgs. 42/2004. L’autorità competente può essere comunale ovvero regionale, in funzione della tipologia di intervento, come meglio definito dalla L.R. 32/2008: le seguenti informazioni sono riferite ai casi in cui la competenza risulta comunale. Procedure autorizzative art. 15 Regolamento Regionale
Sino all’adeguamento degli strumenti urbanistici al Ppr, come previsto dall’articolo 146, comma 7, del Codice l'amministrazione competente al rilascio dell’autorizzazione paesaggistica (la Regione o il Comune con il supporto della commissione locale del paesaggio) preliminarmente alla valutazione di compatibilità paesaggistica verifica la conformità dell'intervento proposto con le disposizioni cogenti e immediatamente prevalenti contenute nel Ppr e richiamate all’articolo 2, comma 1, lettera a) del presente regolamento in particolare rispetto ai contenuti delle schede del Catalogo dei beni paesaggistici - Prima parte, fatto salvo quanto previsto al comma 4. A seguito dell’adeguamento del Prg al Ppr la verifica di conformità è effettuata anche sulla base delle norme del Prg.La Relazione paesaggistica predisposta ai fini del rilascio dell’autorizzazione paesaggistica deve contenere, come stabilito nell’Allegato al decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 12 dicembre 2005, tutti gli elementi necessari per la verifica di conformità dell’intervento rispetto alle disposizioni cogenti e immediatamente prevalenti contenute nel Ppr e richiamate all’articolo 2, comma 1, lettera a) del presente regolamento, nonché alle altre disposizioni del Prg introdotte a seguito dell’adeguamento al Ppr; in tal caso, se l’autorizzazione è di competenza regionale, alla relazione paesaggistica è allegata la dichiarazione di conformità del progetto alle norme del Prg rilasciata dal Comune. Per gli interventi di cui al d.p.r. 31/2017 nella Relazione paesaggistica semplificata relativa agli interventi di lieve entità di cui all’Allegato B di tale decreto, deve essere attestata la conformità del progetto alle disposizioni cogenti e immediatamente prevalenti contenute nel Ppr e richiamate all’articolo 2, comma 1, lettera a) del presente regolamento nonché alle altre disposizioni del Prg introdotte a seguito dell’adeguamento al Ppr. I progetti approvati all’interno di procedimenti che contemplano la variante automatica al Prg o la contestuale approvazione della variante allo strumento urbanistico necessaria a garantire la conformità urbanistica del progetto stesso devono rispettare sia le disposizioni cogenti e immediatamente prevalenti richiamate all’articolo 2, comma 1, lettera a) sia gli obiettivi, gli indirizzi e le direttive del Ppr.
Chi può presentare la richiesta di autorizzazione I proprietari, possessori o detentori a qualsiasi titolo di immobili. Quando presentare la richiesta L’istanza va presentata nei casi in cui l’intervento in progetto alteri lo stato dei luoghi o l’aspetto esteriore degli edifici. E' possibile verificare nella sezione modulistica l'elenco delle opere escluse dalla richiesta di autorizzazione.
Validità L'autorizzazione è valida per un periodo di 5 anni, scaduto il quale l'esecuzione dei progettati lavori deve essere sottoposta a nuova autorizzazione.
Responsabile del procedimento Arch. Paola Margit
Documenti da presentare NB. Le pratiche relative alle attività produttive ai sensi del D.P.R. 7 settembre 2010 n.160 e s.m.i. devono essere avviate attraverso lo "sportello unico per le attività produttive" istituito presso la Comunità Montana Via Trattenero 15 Bussoleno (SUAP delle Valli). Per le pratiche diverse da quelle dell'attività produttive l'istanza deve essere presentata mediante lo Sportello Unico dell'Edilizia
Pratica semplificata L’istanza di autorizzazione paesaggistica relativa agli interventi di lieve entità è compilata — anche in modalità telematica — secondo il modello semplificato presente nella sezione modulistica ed è corredata da una relazione paesaggistica semplificata, redatta da un tecnico abilitato, utilizzando il modello "relazione semplificata". Alle autorizzazioni semplificate non si applicano le disposizioni del decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 12 dicembre 2005, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 25 del 31 gennaio 2006, recante l’individuazione della documentazione necessaria alla verifica della compatibilità paesaggistica degli interventi proposti. Alla presentazione della domanda di autorizzazione paesaggistica semplificata si applicano le vigenti disposizioni in materia di amministrazione digitale.
Richiesta documenti integrativi L’amministrazione procedente richiede all'interessato, ove occorrano, in un’unica volta, entro dieci giorni dal ricevimento dell’istanza, gli ulteriori documenti e chiarimenti strettamente indispensabili, che sono inviati in via telematica entro il termine di dieci giorni dal ricevimento della richiesta.
Tempi di svolgimento del procedimento e rilascio provvedimento per le pratiche semplificate - 10 giorni per effettuare richieste di integrazioni alla pratica presentata; - 20 giorni per trasmettere la pratica alla Soprintendenza con una motivata proposta di accoglimento; - 40 giorni la Soprintendenza esprime valutazione sul progetto; - 50 giorni c.a. Il Comune rilascia il provvedimento finale. In caso di mancata espressione del parere vincolante del Soprintendente nei tempi previsti , si forma il silenzio assenso ai sensi dell’articolo 17-bis della legge 7 agosto 1990, n. 241, e successive modificazioni e l’amministrazione procedente provvede al rilascio dell’autorizzazione paesaggistica. l) Costi e modalità effettuazione pagamenti
Costi 1) Marca da bollo da 16,00 euro da apporre sulla domanda 2) Marca da bollo da 16,00 euro da apporre sull'autorizzazione 3) Diritti di segreteria: 70,00€
Ufficio di competenza:Sportello Unico per l'Edilizia (S.U.E.)
Allegati: Opere escluse dalla paesaggistica dal 06.04.2017