Regione Piemonte - Città Metropolitana di Torino

Servizi ai cittadini

Accertamento di conformità art. 36 Permesso in sanatoria

Scheda: Per quali interventi è possibile ottenere l'accertamento di conformità ai sensi dell'art. 36 del D.P.R. 380/2001? 
  • interventi per i quali era necessario ottenere il Permesso di Costruire, Concessione Edilizia o Nulla Osta (in base al periodo di esecuzione delle opere) realizzati in assenza o in difformità dal titolo abilitativo
  • gli interventi di ristrutturazione edilizia che portino ad un organismo in tutto o in parte differente dal precedente, nei casi in cui comportino anche modifiche della volumetria complessiva degli edifici ovvero che, limitatamente agli immobili compresi nelle aree Ra (centro storico), comportino mutamenti della destinazione d'uso, nonchè gli interventi che comportino modificazione della sagoma o della volumetria complessiva degli edifici o dei prospetti di immobili sottoposti a tutela ai sensi del D.lgs 22.01.2004 n. 42;
Requisiti:  L'intervento oggetto di accertamento di conformità deve risultare conforme alla disciplina urbanistica ed edilizia vigente sia al momento della realizzazione dello stesso, sia al momento della presentazione della domanda. Chi deve effettuarla? La richiesta dovrà essere presentata dal professionista incaricato su apposita delega da parte del proprietario. Se il richiedente è persona diversa dal proprietario (usufruttario, locatario, promissario, acquirente, ecc.) è necessario presentare una dichiarazione del proprietario dell'immobile con firma non autenticata e con fotocopia del documento di identità del proprietario medesimo.
Documentazione da presentare In base a quanto previsto dall'art. 46 del Regolamento Edilizio gli elaborati progettuali dovranno rispondere ai requisiti richiesti dalla Guida alla presentazione dei progetti. Nel caso di mancata conformità degli elaborati a quanto previsto dalla "Guida", si procederà alla sospensione della pratica con richiesta di integrazione o modificazione della documentazione presentata.
Costi: devono essere versati i diritti di segreteria da versarsi direttamente al Comune. Oltre a 25,00€ fino a due endoprocedimenti da versare direttamente al SUAP per le pratiche che interessano attività imprenditoriali.
Il rilascio del Permesso in Sanatoria è subordinato al pagamento, a titolo di oblazione, del contributo di costruzione in misura doppia, ovvero in caso di gratuità in misura semplice con un versamento in misura minima pari a 516,00€
Modalità di versamento dei diritti di segreteria:
Versamento su conto corrente postale c/c n.30798102 intestato Comune di Borgone Susa.
Versamento mediante bonifico bancario IBAN IT05F0306930130100000300013.
Versamento presso la tesoreria Comunale (Istituto Bancario San Paolo Via Abegg n° 11).
Versamento tramite carta bancomat presso l'Ufficio Tecnico Comunale. Versamento su conto corrente postale c/c n.30798102 intestato Comune di Borgone Susa. Relativamente alla quota da versarsi al S.U.A.P mediante bonifico sul C/C bancario intestato a Unione Montana Valle Susa IBAN: IT 30 J 03069 30180 1000 0004 6024.
Dove depositare la richiesta di accertamento di conformità: La pratica deve essere trasmessa solamente in via telematica mediante l'apposito portale. Per le pratiche edilizie diverse dal residenziale e relative pertinenze la presentazione potrà avvenire solamente in via telematica al S.U.A.P.
Tempi di rilascio: sulla richiesta di Permesso in Sanatoria il Responsabile del Servizio Tecnico si pronuncia con adeguata motivazione entro 60 giorni, decorsi i quali la richiesta si intende rifiutata.
Modalità con le quali gli interessati possono ottenere le informazioni relative ai procedimenti in corso che li riguardino

Regolamenti

Regolamento edilizio approvato dal Consiglio Comunale con deliberazione n. 30 del 23.10.2018

Link

Per le attività imprenditoriali