Regione Piemonte - Città Metropolitana di Torino

📅 Le misure avranno efficacia fino al 3 aprile 2020.

La Regione Piemonte ha pubblicato in data 21.03.2020 una nuova ordinanza che prevede ulteriori restrizioni sul territorio piemontese, per il testo integrale premere QUI.

A livello nazionale è stato emanato il DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 22 marzo 2020 recante disposizioni attuative del decreto-legge 23 febbraio 2020, n. 6, recante misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19, applicabili sull’intero territorio nazionale. (20A01807) (GU Serie Generale n.76 del 22-03-2020)

Queste le principali misure previste e la ricaduta sul nostro comune:

 Mercato : Lo svolgimento del mercato del venerdì rimarrà regolarmente consentito ai soli banchi di generi alimentari e mediante misure atte ad evitare assembramenti e con il presidio costante dei vigili urbani-

✅  Le attività che vendono generi alimentari e di prima necessità garantiscono un accesso prioritario a medici, infermieri, operatori socio sanitari, membri della Protezione Civile,soccorritori e volontari muniti di tesserino di riconoscimento, così come previsto dal Decreto del Presidente della Giunta Regionale 29.03.2020;

✅  L’accesso agli esercizi commerciali sarà limitato ad un solo componente del nucleo familiare, salvo comprovati motivi di assistenza ad altre persone.

✅  E’ consentito  svolgere individualmente attività’ motoria in prossimità’ della propria abitazione, purchè comunque nel rispetto della distanza di almeno un metro da ogni altra persona (vedi ordinanza del 20-03-2020 del Ministero della Salute);

✅  Restano aperte le edicole, le farmacie, le parafarmacie e i tabaccai (dove dovrà essere in ogni caso garantita la distanza di sicurezza interpersonale di un metro) che potrenno

✅ la possibilità di commercio al dettaglio di articoli di cartoleria e forniture per ufficio, codice ATECO 47.62.20, all’interno di attività di vendita di generi alimentari ovvero altre attività commerciali non soggette a chiusura, nonché per le attività chiuse la possibilità di commercio dei suddetti articoli effettuato via internet, per televisione, per corrispondenza, radio e telefono.Vedi Decreto del Presidente della Giunta Regionale 29.03.2020;

✅ Restano aperte solo le attività rientranti nel presente allegato;

📌 Chiusi degli gli uffici pubblici : il comune di Borgone Susa rimane chiuso al pubblico fino a nuove disposizioni (i servizi sono accessibili tramite web, posta elettronica e telefono).

📌 Chiusi gli studi professionali:

📌 Stop anche gli spostamenti verso le seconde case: viene pertanto interdetto l’accesso alle seconde case ai non residenti.(vedi regole sugli spostamenti)

📌 Vietata, inoltre, la sosta e l’assembramento davanti ai distributori automatici “h 24” che distribuiscono bevande e alimenti confezionati.

📌 Bloccate anche le slot machine e disattivati monitor e televisori da parte degli esercenti.

📌 Ove possibile, dovrà effettuarsi la rilevazione sistematica della temperatura corporea presso i supermercati, le farmacie e i luoghi di lavoro.

📌 Disposto il fermo dell’attività nei cantieri.

📌 Vietato l’assembramento di più di due persone nei luoghi pubblici.

📌 E’ vietato l’accesso del pubblico ai parchi, alle aree gioco e ai giardini pubblici (vedi ordinanza del 20-03-2020 del Ministero della Salute)

📌 Chiusura al pubblico del cimitero comunale, garantendo comunque i servizi di trasporto, ricevimento, inumazione e tumulazione delle salme (ordinanza comunale n° 5 del 20.03.2020)-

 

Spostamenti:

📌 E’ vietato spostarsi in un comune diverso salvo per:

  • comprovate esigenze lavorative;
  • di assoluta urgenza
  • per motivi di salute;

SPOSTAMENTI FUORI DAL PROPRIO DOMICILIO

✳ Gli spostamenti potranno avvenire solo se motivati da esigenze lavorative o situazioni di necessità o per motivi di salute (vedi domande e risposte predisposte dal Ministero degli Interni) da attestare mediante il nuovo_modello_autodichiarazione_26.03.2020_compilabile

Si rende noto che è possibile, per chi non è in possesso della stampante, ritirare il modello di autocertificazione presso il Municipio (loggiato esterno)

Un divieto assoluto di spostamento dalla propria abitazione, che non ammette eccezioni, è previsto per le persone sottoposte alla misura della quarantena o che sono risultate positive al virus.