Regione Piemonte - Città Metropolitana di Torino

La Regione Piemonte ha dichiarato lo stato di massima pericolosità per gli incendi boschivi su tutto il Piemonte a partire da giovedì 21 luglio.

Durante lo stato di massima pericolosità, la combustione di residui vegetali agricoli e forestali è sempre vietata per disposizione nazionale.

Ad essa si aggiungono le misure a carattere regionale, che vietano entro una distanza di 100 metri dai terreni boschivi, arbustivi e pascolivi, le seguenti azioni che possono innescare un incendio :

  • accendere fuochi a accendere fuochi pirotecnici,
  • far brillare mine,
  • usare apparecchi a fiamma o elettrici per tagliare metalli,
  • usare apparati o apparecchiature che producano faville o brace,
  • fumare e disperdere mozziconi o fiammiferi accesi,
  • lasciare veicoli a motore incustoditi a contatto con materiale vegetale combustibile
  • compiere ogni altra operazione che possa creare comunque pericolo mediato o immediato di incendio
  • qualunque generazione di fiamma libera non controllabile nel tempo e nello spazio, tra cui, ad esempio le lanterne volanti

La durata dello stato di massima allerta è variabile in funzione della discesa della temperatura e dell’arrivo delle precipitazioni, che potranno evidenziare un rischio minore e consentire di rientrare nei livelli normali di pericolo.