Regione Piemonte - Città Metropolitana di Torino

 

Si rende noto che con ordinanza n. 7 del 08.03.2021 la presente ordinanza è stata revocata, pertanto non vi sono più deroghe per l’abbruciamento.

Con la presente si rende noto che il Sindaco con ordinanza n. 1 del 21.01.2021 ha derogato al divieto di abbruciamento dei residui vegetali alle seguenti condizioni:

  • L’abbruciamento può avvenire solamente nelle giornate di venerdì e sabato;
  • E’ consentita la sola combustione di materiale vegetale derivante dalle normali attività agricole e selvicolturali;
  • La combustione deve essere effettuata sul luogo di produzione;
  • Durante tutte le fasi dell’attività e fino all’avvenuto spegnimento del fuoco deve essere assicurata costante vigilanza da parte del produttore o del conduttore del fondo o di persona di sua fiducia ed è vietato abbandonare la zona fino alla completa estinzione di focolai e braci;
  • La combustione deve essere effettuata in cumuli di dimensione limitata e comunque non superiore a 3 (tre) metri steri al giorno per ettaro, avendo cura di isolare la zona di combustione tramite una fascia circostante libera da residui vegetali e di limitare l’altezza ed il fronte dell’abbruciamento;
  • La combustione deve avvenire ad almeno 50 metri da edifici di terzi e non deve arrecare disturbo conseguente a dispersione di fumo o ricaduta di fuliggine;

L’ opera di combustione deve svolgersi nelle giornate prive di vento, preferibilmente umide;

  • La zona su cui si esegue l’abbruciamento deve essere circoscritta ed isolata con mezzi efficaci ad evitare il propagarsi del fuoco, in particolare deve realizzarsi una fascia priva di residui vegetali non inferiore a 5 (cinque) metri;
  • Qualora nel corso della combustione sopravvenga vento o altre condizioni di pericolosità che possano facilitare la propagazione delle fiamme o situazioni di pericolo, il fuoco dovrà essere immediatamente spento;
  • Nelle aree agricole adiacenti ai boschi o ubicate ad una distanza inferiore a 100 metri dagli stessi, gli interessati devono realizzare una fascia parafuoco priva di residui vegetali di larghezza non inferiore a 5 metri;
  • E’ assolutamente vietata la combustione di materiali o sostanze diversi dagli scarti vegetali;
  • E’ fatto obbligo di rispettare ogni altra disposizione prevista dalla normativa nazionale e regionale in merito a quanto disciplinato nella presente Ordinanza;
  • Qualora venga emanato dalla Regione Piemonte il decreto provvedimento relativo alla dichiarazione di grave pericolosità di incendi boschivi di cui all’art. 4 della LR. 15/2018 la presente viene automaticamente sospesa per il periodo di grave pericolosità;
  • Qualora sul territorio comunale ricorra il superamento dei limiti inquinanti relativi alla presenza di PMIO in atmosfera, così come individuati ai sensi della D.G.R. 5 giugno 2017, n. 22-5139 e s.m.d. ed in particolare all’allegato I lett. a) e b) la presente verrà immediatamente sospesa per il tempo in cui perdurano le condizioni dando tempestiva comunicazione alla popolazione.